Passa ai contenuti principali

Post

14/18 settembre - ecco dove andiamo : Pejo Val di Sole

Post recenti

Domenica 15 agosto - Ferragosto in montagna - Lato B del Corno alle Scale e Rifugio Portafranca (PT)

  Le nostre bellissime montagne ci rigenerano: aria buona, panorami, praterie e ruscelli, vento fresco... Vi propongo una bella escursione appenninica, nella vallata dell'Orsigna, tra le faggete e le praterie sommitali di erbe di montagna e mirtilli, intorno alla cresta del Monte Gennaio (1810 metri). L'itinerario è suggestivo e molto panoramico nel cuore della montagna Pistoiese. Cammineremo a quote dai 1200 ai 1680 metri per trovare fresco, colori, aria buona e relax ! Dalla Casetta de' Pulledrari ci inoltreremo nella splendida faggeta della Foresta del Teso. Cammineremo su un tratto di dolce sentiero sotto la cima del Monte Gennaio, poi su ampissime praterie con lo spettacolo del Corno alle Scale davanti agli occhi. E ancora il Monte Cimone e l'inconfondibile sagoma del Libro Aperto, fino all'Amiata e al Falterona e molto altro! Raggiungeremo nel primo pomeriggio il Rifugio Portafranca. Una sosta rilassante sul terrazzo naturale panoramicissimo del rifugio. Qui p

Domenica 21 agosto - Tresana, il borgo delle Ortensie

  Una valle meravigliosa, con boschi, piccoli borghi incantati e colorati, panorami, acque cristalline. Un luogo sospeso nel tempo tra antichità, santità, natura e bellezza. Una camminata che non è facile da descrivere perché un semplice elenco dei luoghi non potrà mai rendere l’idea delle bellezze e della pace che troveremo ad ogni nostro passo. Cammineremo per andare a scoprire ciò che c'è tra il bel borgo di Porretta Terme e il "lato B" del Corno alle Scale, che si insunua poi nella Valle dell?orsigna. Boschi abitati da immensi castagni secolari, antiche strade selciate, mulini dai tetti di lastre di pietra. E poi Monteacuto delle Alpi, un borgo antico abbarbicato sulla vetta rocciosa di una montagna. Il suggestivo Santuario della Madonna del Faggio e il luogo della sua apparizione. E poi il gioiello di questa meravigliosa valle, Tresana, il borgo delle ortensie. Dettagli tecnici : Lunghezza : 14 km Difficoltà: media Impegno: medio Quota minima : 600 metri Quota massim

Lunedì 5 settembre - Gorgona, isola di rinascita e colore

  Gorgona non è semplicemente un'isola. E' un mondo a parte. Un piccolo mondo unico e speciale. Uno scoglio in mezzo al mare difficile da descrivere in poche righe, dove una natura lussureggiante e selvaggia si lega alla storia, importante e complessa, del suo penitenziario (tutt'ora attivo). Chiunque decida di sbarcare e visitare questo angolo di roccia in mezzo al mare blu cristallino e verde, sarà certamente un privilegiato e porterà con sé per tutta la vita un bellissimo e indelebile ricordo. Un giorno speciale. Un trekking speciale con un ospite speciale, una "guida locale".  L'Isola di Gorgona, nel Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano è un luogo straordinario, selvaggio, unico e incontaminato. Antiche fortificazioni e torri di avvistamento che ci parlano di pirati. Baie e insenature con acque cristalline, natura selvaggia, resti dell'antica civiltà romana. Il borgo dei pescatori. Profumi di macchia mediterranea. Panorami immensi tra mare, isol

1 e 2 ottobre 2022 - Valli di Comacchio, fenicotteri rosa e l'Isola dell'Amore

  Un weekend per scoprire le bellezze naturalistiche e storiche del Parco del Delta del Po e delle Valli di Comacchio . Con attenzione anche alla tradizionale gastronomia locale legata all'anguilla. Cosa vedremo? Tante, tantissime cose ! Provo a riassumere. La zona umida più grande e interessante d'Europa con la sua flora e la sua fauna: fenicotteri rosa, aironi, germani, cormorani. I tipici casoni di pesca costruiti sull'acqua. I canali, la vegetazione della laguna, Porto Garibaldi. Il bellissimo borgo di Comacchio col suo Ponte dei Trepponti. Gli allevamenti di vongole. L'Isola dell'Amore e il Faro di Goro. Un trekking tra specchi d'acqua salmastra e lingue di sabbia. Una crociera in mare fino all'Isola dell'Amore e al Faro della di Goro. In navigazione nei canali delle foci di Goro. Una mini crociera in battello per visitare l'interno delle valli con i casoni di pesca. Visita al bellissimo borgo di Comacchio, la piccola Venezia, con il suo Ponte d

14 - 18 settembre 2022 - Valle di Pejo: bella di natura

  Dormi, mangia, CAMMINA, respira, vivi! Questo è il riassunto di questi 4 giorni tutti per noi, nella Valle di Pejo, in Trentino, ne l Parco Nazionale dello Stelvio. Rilassati e fatti accompagnare alla scoperta di questa valle bella di natura, buona di sapori, fresca come la sua acqua delle fonti e dei laghi alpini. Una valle di benessere tra montagne, panorami e terme. Dov'è la Val di Pejo? A 70 km dall'uscita dell'autostrada Trento Nord. Risalendo la Val di Non (famosa per le mele!) verso il Passo del Tonale e la Presanella e poi ancora verso il Cevedale. Una valle incontaminata "senza uscita". Tutto si ferma là in fondo alla strada, dove andiamo noi. Il nostro piccolo, grande viaggio sarà così organizzato: 1° giorno : ritrovo dei partecipanti e partenza con mezzi propri per Pejo o appuntamento direttamente nella cittadina (ore 14.00 circa). Per chi vuole andare insieme da Firenze e limitrofi, cercheremo di usare poche auto, per dividere le spese di viaggio, ma

14 - 15 - 16 ottobre - Via Francigena da Gambassi a Monteriggioni

  LA VIA FRANCIGENA - ROAD TO ROME 3 giorni, lentamente nella bellezza, nei colori dell'autunno, sul tratto più bello e più antico e vissuto di questa antica via della Toscana. Da Gambassi Terme a Monteriggioni passando per San Gimignano La Via Francigena in Toscana: dove il tempo sembra essersi fermato. Cos’è la Via Francigena? Correva l’anno 990 e l’abate Sigerico percorse 1800 chilometri da Canterbury a Roma, per ricevere la sacra investitura come vescovo della città britannica. Impressionato già da allora dalla bellezza dei territori, annotò il suo viaggio che poi per più di un millennio sarà percorso e battuto dai pellegrini europei per raggiungere la capitale, cuore della cristianità, e proseguire ancora più a sud per imbarcarsi verso la Terrasanta. Un viaggio di ricerca di pace interiore. Lungo questa strada si sono “incrociate” vite e culture. Sono passate ricchezze e idee che hanno lasciato il segno ancora visibile su ogni pietra, su ogni pieve, in ogni borgo e città. Anco

Scarpe da trekking: chi più spende meno spende, o meglio, chi più spende si fa meno male e fa meno fatica.

  Questo piccolo “trattato semi-serio” vuole spiegare, spero con chiarezza, il perché sia utile e necessario indossare le cose giuste ai piedi quando si decide di andare a camminare. Sono i piedi che ci portano in giro e dobbiamo averne cura e rispetto altrimenti, come moltissimi hanno già testato personalmente, con non pochi pentimenti, la vendetta dei piedi maltrattati arriverà funesta e puntuale e prevede: slogature, cadute, sbucciature, tendiniti, dolori alle gambe, dolori alla schiena e conseguente abbandono dell’hobby delle camminate. Dopo tanti anni che faccio la guida ambientale mi stupisco ancora delle tante persone che si intestardiscono di approcciarsi a questo hobby/sport/passione con calzature non adeguate. Tra l’altro spesso con forte “impermalosimento” nel caso ci si permetta di dare un consiglio. Non è raro, vi assicuro, che, nonostante le istruzioni date più e più volte, si presentino la mattina alle camminate persone con scarpe, come dico io, “da tapis roulant”

Difficoltà delle camminate - cose da sapere

  In ogni volantino delle camminate trovate, nella parte dedicata ai "dettagli della camminata", alcune informazioni importanti. Per ogni camminata viene comunicata la  DIFFICOLTA' TECNICA . Questo grado di difficoltà, espressa in facile/medio/difficile, si riferisce a "dove si mettono i piedi".  Livello facile:  percorso si strade bianche, stradelli poderali e di campo, strade asfaltate, mulattiere, sentieri larghi. Livello medio:  percorso su sentieri stretti, acciottolati, pietraie, pascoli, tracce di sentiero, pendii a tratti ripidi. Possibili tratti scivolosi. Livello difficile:  percorso su terreno impervio e infido, pietraie, tratti esposti, nevai, sentieri disconnessi, esposti, rocciosi.  Per ogni camminata viene poi comunicato il livello di  IMPEGNO FISICO . Il grado di impegno si riferisce a "quanta fatica si fa". Impegno facile:  camminate con dislivelli contenuti sia in salita che in discesa - tra 0 e 300 metri. Impegno medio:  camminate co