Passa ai contenuti principali

Info sulle escursioni e livelli di difficoltà



Info sulle escursioni

In ogni volantino delle camminate trovate, nella parte dedicata ai "dettagli della camminata", alcune informazioni importanti.

Per ogni camminata viene comunicata la DIFFICOLTA' TECNICA.

Questo grado di difficoltà, espressa in facile/medio/difficile, si riferisce a "dove si mettono i piedi". 

Livello facile: percorso si strade bianche, stradelli poderali e di campo, strade asfaltate, mulattiere, sentieri larghi.

Livello medio: percorso su sentieri stretti, acciottolati, pietraie, pascoli, tracce di sentiero, pendii a tratti ripidi. Possibili tratti scivolosi.

Livello difficile: percorso su terreno impervio e infido, pietraie, tratti esposti, nevai, sentieri disconnessi, esposti, rocciosi. 

Per ogni camminata viene poi comunicato il livello di IMPEGNO FISICO.

Il grado di impegno si riferisce a "quanta fatica si fa".

Impegno facile: camminate con dislivelli contenuti sia in salita che in discesa - tra 0 e 300 metri.

Impegno medio: camminate con dislivelli più elevati che vanno da 300 a 500 metri sia in salita che in discesa. Tratti con pendenza o con tratti che richiedono allenamento, attenzione e passo sicuro.

Impegno difficile: camminate con dislivelli elevati che vanno da 500 metri in su, sia in salita che in discesa. Necessario buon allenamento, passo sicuro, attenzione. 

Chiedo dunque, a chi si iscrive, di voler valutare al meglio la propria condizione fisica e anche la propria voglia di camminare e di stare con gli altri.

Chiedo, in poche parole, di voler valutare il proprio stato di forma in relazione ai propri piccoli o grandi acciacchi e di valutare la voglia di stare in gruppo che significa a volte venirsi incontro.

Ricordo infatti che partecipate ad escursioni di gruppo e ognuno dei partecipanti è responsabile anche del divertimento e del buon corso della giornata di tutti gli altri. 

In tutte le escursione, sempre, sono OBBLIGATORIE le SCARPE DA TREKKING, impermeabili e con buona suola. 

La buona riuscita della giornata dipende sempre da ognuno di noi!

Buoni cammini! 

eleonora



Per iscriverti alle camminate basta che tu invii 
NOME , COGNOME, NUMERO DI TELEFONO 
alla email 
oppure un messaggio al 

 per aderire e iscriversi alle nostre escursioni è sufficiente inviarci una mail indicando il numero di partecipanti, un recapito telefonico e la conferma del ritrovo nel luogo indicato nel programma;
 in caso di rinuncia è educazione avvisare per tempo in modo da dare possibilità ad altri di poter partecipare;
 la quota di partecipazione verrà versata durante l'escursione;
 qualora l'escursione preveda una numero massimo di partecipanti oppure una tempistica di prenotazione verrà sempre aperta una "lista d'attesa" nel caso di rinunce;
 è buona abitudine presentarsi all'appuntamento con la colazione già consumata, perchè non sempre abbiamo la possibilità di effettuare fermate al bar;
 è facoltà della Guida annullare l’escursione in caso di maltempo o di tempo incerto;
 è obbligatorio l’uso di scarpe da trekking, scarpe con suola ben scolpita, se non indicato diversamente, ovvero la guida diffida dal partecipare all’escursione, chiunque sia sprovvisto di calzature adatte;
 è obbligatorio rimanere in gruppo, sul percorso indicato dalla Guida senza allontanarsi;
 chi si allontana dal gruppo, anche con il consenso della Guida lo fa sotto la propria responsabilità ed a proprio rischio e pericolo;
 è facoltà della Guida variare il percorso e/o la meta dell’escursione in relazione alle condizioni metereologiche, alla tipologia del gruppo accompagnato o a qualsiasi altra motivazione che la Guida reputi valida a giustificare tali variazioni;
 è cura della Guida calibrare l’andatura dell’escursione in base al grado di allenamento del gruppo, anche a discapito del raggiungimento della meta prevista;
 Minorenni:  i minorenni possono partecipare alle escursioni solo se accompagnati da uno o più adulti loro diretti responsabili; i minorenni sono sotto la diretta responsabilità dei genitori, insegnanti, accompagnatori di ogni titolo e grado o chi per essi;
 La quota comprende: assistenza capogruppo-guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 86 del 20/12/2016 e succ. mod. - organizzazione delle attività; i partecipanti NON sono coperti da assicurazione personale infortuni
 La quota non comprende: • Il viaggio - il pranzo al sacco - tutto quanto non indicato nel programma.

.

Post popolari in questo blog

Scarpe da trekking: chi più spende meno spende, o meglio, chi più spende si fa meno male e fa meno fatica.

  Questo piccolo “trattato semi-serio” vuole spiegare, spero con chiarezza, il perché sia utile e necessario indossare le cose giuste ai piedi quando si decide di andare a camminare. Sono i piedi che ci portano in giro e dobbiamo averne cura e rispetto altrimenti, come moltissimi hanno già testato personalmente, con non pochi pentimenti, la vendetta dei piedi maltrattati arriverà funesta e puntuale e prevede: slogature, cadute, sbucciature, tendiniti, dolori alle gambe, dolori alla schiena e conseguente abbandono dell’hobby delle camminate. Dopo tanti anni che faccio la guida ambientale mi stupisco ancora delle tante persone che si intestardiscono di approcciarsi a questo hobby/sport/passione con calzature non adeguate. Tra l’altro spesso con forte “impermalosimento” nel caso ci si permetta di dare un consiglio. Non è raro, vi assicuro, che, nonostante le istruzioni date più e più volte, si presentino la mattina alle camminate persone con scarpe, come dico io, “da tapis roulant”

Domenica 21 agosto - Tresana, il borgo delle Ortensie (Porretta Terme)

  Una valle meravigliosa, con boschi, piccoli borghi incantati e colorati, panorami, acque cristalline. Un luogo sospeso nel tempo tra antichità, santità, natura e bellezza. Una camminata che non è facile da descrivere perché un semplice elenco dei luoghi non potrà mai rendere l’idea delle bellezze e della pace che troveremo ad ogni nostro passo. Cammineremo per andare a scoprire ciò che c'è tra il bel borgo di Porretta Terme e il "lato B" del Corno alle Scale, che si insinua poi nella Valle dell'Orsigna, dolce luogo di Tiziano Terzani. Boschi abitati da immensi castagni secolari, antiche strade selciate, mulini dai tetti di lastre di pietra. E poi Monteacuto delle Alpi, un borgo antico abbarbicato sulla vetta rocciosa di una montagna. Il suggestivo Santuario della Madonna del Faggio e il luogo della sua apparizione. E poi il gioiello di questa meravigliosa valle, Tresana, il borgo delle ortensie. Dettagli tecnici : Lunghezza : 14 km Difficoltà: facile/media Impegno: