Passa ai contenuti principali

Domenica 15 agosto - Ferragosto in montagna - Lato B del Corno alle Scale e Rifugio Portafranca (PT)

 


Le nostre bellissime montagne ci rigenerano: aria buona, panorami, praterie e ruscelli, vento fresco...
Vi propongo una bella escursione appenninica, nella vallata dell'Orsigna, tra le faggete e le praterie sommitali di erbe di montagna e mirtilli, intorno alla cresta del Monte Gennaio (1810 metri).
L'itinerario è suggestivo e molto panoramico nel cuore della montagna Pistoiese. Cammineremo a quote dai 1200 ai 1680 metri per trovare fresco, colori, aria buona e relax ! Dalla Casetta de' Pulledrari ci inoltreremo nella splendida faggeta della Foresta del Teso. Cammineremo su un tratto di dolce sentiero sotto la cima del Monte Gennaio, poi su ampissime praterie con lo spettacolo del Corno alle Scale davanti agli occhi. E ancora il Monte Cimone e l'inconfondibile sagoma del Libro Aperto, fino all'Amiata e al Falterona e molto altro! Raggiungeremo nel primo pomeriggio il Rifugio Portafranca. Una sosta rilassante sul terrazzo naturale panoramicissimo del rifugio. Qui potremo fare una buona merenda e prendere un buon caffè! Con calma...
Quota minima 1200 metri - quota massima 1650 metri.
Ritrovo: ore 9.30 davanti Casetta Pulledrari - Via del Teso 1 - 51028 San Marcello Pistoiese (PT)
Durata escursione: intera giornata (rientro previsto alle auto per le ore 17.00)
Lunghezza: 16 km circa
Difficoltà : media
Impegno: medio
Dislivello: 700 metri
Adatto a: persone allenate con passo sicuro, no vertigini e con abbigliamento adatto alla montagna.
Occorrente: Pranzo al sacco, acqua almeno 2 litri, scarpe da trekking obbligatorie, abbigliamento adatto alla montagna.
Attenzione, come già scritto, andiamo in montagna quindi nello zaino va messo anche quanto può far comodo in caso di pioggia, vento e freddo.
COSTO: 20 euro a persona che comprende organizzazione e servizio guida ambientale escursionistica per l'intera giornata.
Gruppo piccolo massimo 15 persone.
La guida è in possesso di regolare assicurazione RC di legge.
I partecipanti NON sono coperti da assicurazione personale infortuni.
In caso di meteo avverso l'escursione verrà cancellata. Verrete avvisati dalla guida il pomeriggio del giorno precedente.
Info e prenotazioni:
Eleonora Grechi
cell. 3920579570
leviedelchianti@gmail.com

Post popolari in questo blog

Scarpe da trekking: chi più spende meno spende, o meglio, chi più spende si fa meno male e fa meno fatica.

  Questo piccolo “trattato semi-serio” vuole spiegare, spero con chiarezza, il perché sia utile e necessario indossare le cose giuste ai piedi quando si decide di andare a camminare. Sono i piedi che ci portano in giro e dobbiamo averne cura e rispetto altrimenti, come moltissimi hanno già testato personalmente, con non pochi pentimenti, la vendetta dei piedi maltrattati arriverà funesta e puntuale e prevede: slogature, cadute, sbucciature, tendiniti, dolori alle gambe, dolori alla schiena e conseguente abbandono dell’hobby delle camminate. Dopo tanti anni che faccio la guida ambientale mi stupisco ancora delle tante persone che si intestardiscono di approcciarsi a questo hobby/sport/passione con calzature non adeguate. Tra l’altro spesso con forte “impermalosimento” nel caso ci si permetta di dare un consiglio. Non è raro, vi assicuro, che, nonostante le istruzioni date più e più volte, si presentino la mattina alle camminate persone con scarpe, come dico io, “da tapis roulant”

Domenica 21 agosto - Tresana, il borgo delle Ortensie

  Una valle meravigliosa, con boschi, piccoli borghi incantati e colorati, panorami, acque cristalline. Un luogo sospeso nel tempo tra antichità, santità, natura e bellezza. Una camminata che non è facile da descrivere perché un semplice elenco dei luoghi non potrà mai rendere l’idea delle bellezze e della pace che troveremo ad ogni nostro passo. Cammineremo per andare a scoprire ciò che c'è tra il bel borgo di Porretta Terme e il "lato B" del Corno alle Scale, che si insunua poi nella Valle dell?orsigna. Boschi abitati da immensi castagni secolari, antiche strade selciate, mulini dai tetti di lastre di pietra. E poi Monteacuto delle Alpi, un borgo antico abbarbicato sulla vetta rocciosa di una montagna. Il suggestivo Santuario della Madonna del Faggio e il luogo della sua apparizione. E poi il gioiello di questa meravigliosa valle, Tresana, il borgo delle ortensie. Dettagli tecnici : Lunghezza : 14 km Difficoltà: media Impegno: medio Quota minima : 600 metri Quota massim