Passa ai contenuti principali

Sabato 2 luglio - Mugello da Fiaba: cascate, mulini e acqua celeste

 


L'Alto Mugello è il luogo ideale per una giornata rigenerante, rilassante. Non troppo lontano da casa ma tanto lontano da caldo, traffico e confusione.

Esiste un luogo meraviglioso dove ci lascerete un pezzettino di cuore. Un luogo fiabesco immerso in una foresta di faggi e di castagni centenari. Qua, all'ombra delle montagne, poca gente abitò e ancora oggi ci sono dei luoghi accessibili solo attraverso sentieri e mulattiere. Pace, fresco e silenzio. Antiche casette di pietra e il rumore dell'acqua. Rupi di roccia dove nidifica l'aquila reale. Mulini di pietra che ci trasportano in un lontano passato avvolti dalle ortensie. Ponticelli e cascate. Una camminata bella e rilassante lungo il torrente fino alla cascata del Rovigo. Bellissime pozze di acqua limpidissima e celeste dove chi vuole potrà fare un bel bagno. Al rientro potremo, in libertà, fare una bella merenda all'antica osteria di Moscheta con prodotti tipici e dolci speciali! Una giornata rigenerante e speciale!
Dettagli escursione: A/R Km 15 circa su sentieri di bosco.
Difficoltà: media
Impegno: medio (in alcuni tratti lungo il fiume il sentiero potrebbe essere scivoloso)
Dislivello in salita : 450 metri circa
Cosa portare: SCARPE DA TREKKING OBBLIGATORIE - acqua, pranzo al sacco. Costume e asciugamano per chi intende cimentarsi con un bagno nel fiume.
ORARIO E LUOGO DI RITROVO: ore 9.30 a BADIA DI MOSCHETA (via di Moscheta nel comune di FIRENZUOLA) davanti al BAR -
Gruppo piccolo: massimo 15 partecipati
Costo escursione: 15 € a persona che comprende organizzazione e servizio guida ambientale per l'intera giornata.
La guida è provvista di regolare assicurazione RC di legge. I partecipanti NON sono coperti da assicurazione infortuni personale.
Per informazioni e prenotazioni : Eleonora cell. 3920579570 

Post popolari in questo blog

Scarpe da trekking: chi più spende meno spende, o meglio, chi più spende si fa meno male e fa meno fatica.

  Questo piccolo “trattato semi-serio” vuole spiegare, spero con chiarezza, il perché sia utile e necessario indossare le cose giuste ai piedi quando si decide di andare a camminare. Sono i piedi che ci portano in giro e dobbiamo averne cura e rispetto altrimenti, come moltissimi hanno già testato personalmente, con non pochi pentimenti, la vendetta dei piedi maltrattati arriverà funesta e puntuale e prevede: slogature, cadute, sbucciature, tendiniti, dolori alle gambe, dolori alla schiena e conseguente abbandono dell’hobby delle camminate. Dopo tanti anni che faccio la guida ambientale mi stupisco ancora delle tante persone che si intestardiscono di approcciarsi a questo hobby/sport/passione con calzature non adeguate. Tra l’altro spesso con forte “impermalosimento” nel caso ci si permetta di dare un consiglio. Non è raro, vi assicuro, che, nonostante le istruzioni date più e più volte, si presentino la mattina alle camminate persone con scarpe, come dico io, “da tapis roulant”

Isola di GORGONA - 10 - 23 e 24 luglio

  Gorgona non è semplicemente un'isola. E' un mondo a parte. Un piccolo mondo unico e speciale. Uno scoglio in mezzo al mare difficile da descrivere in poche righe, dove una natura lussureggiante e selvaggia si lega alla storia, importante e complessa, del suo penitenziario (tutt'ora attivo). Chiunque decida di sbarcare e visitare questo angolo di roccia in mezzo al mare blu e cristallino, sarà certamente un privilegiato e porterà con sé tutta la vita un bellissimo e indelebile ricordo. Un giorno speciale. Un trekking speciale. L'Isola di Gorgona, nel Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano è un luogo straordinario, selvaggio, unico e incontaminato. Antiche fortificazioni e torri di avvistamento che ci parlano di pirati. Baie e insenature con acque cristalline, natura selvaggia, resti dell'antica civiltà romana. Il borgo dei pescatori. Profumi di macchia mediterranea. Panorami immensi tra mare, isole e cielo. Un viaggio nella natura e nel tempo. Un viaggio per