Orrido di Botri: il racconto


Sabato 7 Luglio 2018


Per Le Vie dell'Orrido di Botri


La parola Orrido significa orribile, spaventoso, selvaggio. Si dice che Dante avesse immaginato l’entrata dell’Inferno proprio qui. Botri era un pastore che precipitò dall’alto delle pareti dirupate del Rio Pelago e qui vi morì. Da allora, il suo spirito, invidioso dei vivi, lancia sassi a chi osa addentrarsi per risalire il fiume. Acqua fresca a 9° gradi. Passaggi stretti e pareti alte fino a 150 metri sopra di noi. Aggiungiamo un bel temporale, tanta pioggia con fulmini e tuoni che hanno riecheggiato e rimbalzato tra le strette pareti del canyon per un buon tratto del nostro ritorno.
Un pò di sano spirito di avventura, un pò di voglia di mettersi alla prova. Mettiamo tutto insieme e avremo la nostra sorprendente, diversa, selvaggia giornata, all’Orrido di Botri. Da ricordare!



Le foto della camminata





















Guide Ambientali della Regione Toscana

Guide Ambientali della Regione Toscana

Associazione Guide Ambientali della Toscana

Seguici su facebook

Clicca qui

Trekking&Outdoor

Il portale della natura

Il Meteo